Posizionamento Google sito web Arredamento

posizionare un sito web di arredamento

Settore arredamento. L’incontro con il cliente è stato uno solo, un incontro con idee ben chiare da parte sua e obiettivi realistici.

La richiesta era quella di posizionarsi in prima pagina con il suo sito di arredamento a livello nazionale (ovvero per una ricerca senza specifica città, che se viene fatta da Torino, Roma o altre città deve avere come risultati sempre gli stessi – anche se in verità i risultati cambiano leggermente) su determinati prodotti, mentre sui restanti prodotti e servizi si sarebbe voluto posizionare a livello locale, quindi per tutte le ricerche del prodotto + la città, nel nostro caso Torino.

  • Ricerche nazionali es.: Divani minotti
  • Ricerca locale es.: Divani minotti Torino

Il primo passo come in tutti i progetti è l’analisi delle parole chiave, la keyword research. Dopo aver chiesto gli obiettivi e le relative parole chiave, abbiamo una base di partenza dalla quale iniziare la nostra analisi dettagliata, che ci permetterà di stilare testi corretti, svilupparne di nuovi se necessario, così da dare il corretto focus alle singole pagine (qui voglio farvi notare la differenza di lavoro e quindi di costi, confrontato alle offerte delle agenzie con le loro “una” o “due” parole chiave garantite).

Questa prima analisi ci permetterà di tirare fuori tutte le parole di ricerca correlate, similari, varianti e le intenzioni di ricerca. Con queste sapremo esattamente cosa cerca l’utente, e come lo cerca.

Per iniziare questo primo step utilizziamo il tool gratuito offerto dalla stessa Google (https://www.google.it/adwords/) abbinato al tool a pagamento SEO Zoom, con il quale faremo anche una analisi della concorrenza; per finire possiamo poi estrapolare altri termini dalle parole chiave, grazie alla barra di ricerca di Google. Con questi due tool riusciamo già ad avere un’idea completa delle keyword su cui lavorare.

Una volta estrapolate le nostre parole chiave, non ci resta che dividerle in gruppi; questi gruppi comporranno le nostre future pagine del sito web.

Dopo la ricerca delle parole chiave viene sviluppata la struttura con le relative suddivisioni 

La vecchia struttura del sito web

sito web vecchio NON ottimizzato

La nuova struttura del sito web

Ora non vi mostreremo tutta la struttura, ma dall’immagine sotto si capisce a grandi linee come è stata sviluppata la divisione, in questo caso, anche in base ai Brand trattati dal cliente. Questo ci permette di raggiungere il posizionamento desiderato per tutte le possibili ricerche degli utenti.

sito web nuovo ottimizzato

Diversi focus per obiettivi Nazionali e Locali

Per questo progetto è stato fatto anche un lavoro per dare focus geolocalizzato o meno a seconda degli obiettivi, e vi possiamo dire che è riuscito molto bene.

andamento posizionamento sito web grafico

Partiti con il restyling grafico affiancato dalla progettazione strutturale del sito in ottica SEO, il nostro lavoro ha portato fin da subito grandi risultati.

Dal grafico si vede come il sito è sempre stato posizionato su pochissime keyword (erano circa 8 le keyword posizionate nel sito vecchio).

Subito dopo la messa online del nuovo sito, il posizionamento generale ha avuto una crescita costante, portando il sito dalle 8 parole chiave ad oltre 300 nei primi due mesi e quasi 500 parole chiave posizionate al 3° mese dal restyling e l’avvio delle attività di posizionamento.

progettazione restyling in ottica seo

Possiamo poi vedere come ad oggi, dopo un’iniziale impennata, ci siamo stabilizzati su 500 parole chiave posizionate. Forse per alcuni progetti sono poche, sicuramente, ma per il progetto del cliente e il suo budget (con altre agenzie avrebbe a malapena comprato 5 keyword) il risultato è ottimo.

distribuzione posizionamento sito web

Consideriamo infatti che il cliente aveva sole 2 parole chiave in prima pagina e oggi ne abbiamo 81 nella prima pagina di Google per un sito di arredamento.

Gli obiettivi del cliente sono stati raggiunti al 100%, sia a livello locale che a livello nazionale.

Si ma in soldoni che riscontro ha dato al cliente?

Il grafico ripreso da Google Analytics ci mostra le richieste di preventivo arrivate grazie al nuovo posizionamento sui motori di ricerca.

conversioni sito web arredo

Per quanto riguarda il singolo prodotto posizionato a livello nazionale ( siamo al  terzo posto, le prime due sono occupate dal produttore del mobile) ora le richieste di preventivo mensili vanno dalle 2 alle 6 richieste. Queste richieste arrivano da un obiettivo di posizionamento raggiunto con svariate parole chiave di ricerca di un singolo prodotto.

In totale nei primi 10 mesi di SEO siamo riusciti ad avere circa 100 richieste. Un valore non ancora definitivo, in quanto il lavoro è ancora in corso e continueremo a migliorarlo, in quanto i margini di miglioramento sono ancora notevoli.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *