Ricerca vocale? I consigli giusti per rendere leggibile il tuo sito

Il mondo del Web ci ha abituato a novità costanti, ma non è solo il mondo del Web a cambiare: è cambiato anche il modo di cercare le informazioni in rete.

Ricerca vocale? I consigli giusti per rendere leggibile il tuo sito

Fino a non molto tempo fa eravamo abituati a fare le ricerche da desktop, poi le ricerche si sono spostate in gran parte sui dispositivi mobili, richiedendo l’adeguamento dei siti dal punto di vista della responsività, e adesso si aprono ulteriori prospettive.

Il mondo della ricerca online si è infatti aperto alla ricerca vocale, in particolare per i dispositivi Android.

I segnali in questi ultimi tempi sono stati molti e la crescente attenzione nei confronti dell’Assistente di Google e di Google Home, lo smart speaker per la casa, sono solamente i più eclatanti. Sempre più persone si affidano a dispositivi mobili per le loro ricerche anche grazie alla loro praticità e alla loro semplicità di utilizzo anche in situazioni in cui sarebbe difficile scrivere.

Di fronte a queste novità chi si occupa di SEO non può restare impassibile, ma deve individuare un modo efficace di adattarsi alle nuove abitudini di ricerca degli utenti.

Come predisporre un sito per la ricerca vocale

Predisporre un sito per la ricerca vocale non è un’impresa eccessivamente ardua, se si seguono alcuni accorgimenti.

Dagli studi e dalle ricerche effettuate sono infatti emerse alcune soluzioni che sono in grado di ottimizzare il sito anche per la ricerca vocale.
Fra queste soluzioni possiamo annoverare indubbiamente i Rich Snippets. La loro struttura, spesso costituita da elenchi puntati concisi e provenienti da fonti autorevoli, li rende molto appetibili per la ricerca vocale. Le fonti indicano che il 40,7% delle ricerche vocali hanno come risultato uno Snippet (per tale statistica sono state considerate le ricerche che citano una fonte, ovvero la maggior parte delle ricerche).

Un altro aspetto molto importante per favorire la ricerca vocale sono le pagine che contengono molto testo, mediamente 2300 parole. Dato il grande numero di parole presenti è infatti più facile che le parole corrispondano meglio a quanto richiesto. Testi lunghi, ma frasi brevi, semplici da individuare e leggere.

Altro aspetto di non poco conto è la presenza di pagine FAQ molto dettagliate. Raccogliere le domande più frequenti sotto la descrizione di ogni prodotto, nel caso di un e-commerce, o in una pagina appositamente dedicata alle FAQ è un ottimo modo per far trovare agevolmente le risposte a Google.

Un ulteriore dettaglio da tenere in considerazione riguarda poi l’utilizzo dei dati strutturati, molto utili per impostare le pagine nel modo corretto.

Questi sono alcuni dei suggerimenti da tenere in considerazione per predisporre il proprio sito in modo che sia facilmente raggiungibile anche da una ricerca vocale.

Le 10 regole d’oro per il sito ottimizzato per la ricerca vocale

Quanto detto precedentemente potrebbe essere condensato in un elenco di consigli utili per rendere la propria pagina davvero performante anche per le nuove modalità di ricerca che si stanno affermando in questo periodo.

La pagina perfetta per la ricerca vocale:

  • Deve aprirsi molto rapidamente
  • Deve avere l’https
  • Può essere una pagina di FAQ dettagliata
  • Contiene contenuti lunghi e articolati…
  • …ma risposte concise e precise alle domande (meno di 30 parole)
  • Compare come Snippet
  • Compare nelle prime tre posizioni su Google
  • Utilizza  dati strutturati
  • È facilmente condivisibile
  • La pagina ha un dominio autorevole.

Il tuo sito è ottimizzato per la ricerca vocale? Scopri cosa potresti fare per renderlo leggibile:

Articoli correlati
local seo cos'è
SEO
fabio

Cos’è la Local Seo?

La Seo local è una strategia volta a posizionare un sito web per delle ricerche locali, ovvero ricerche di attività o servizi in una determinata

Leggi Tutto »
come funzionano i core web vitals
SEO
fabio

Core Web Vitals

A partire da maggio 2021 Google ha annunciato nei suoi canali ufficiali un nuovo aggiornamento chiamato “Google Page Experience update”, riguardante l’introduzione di metriche per

Leggi Tutto »